La nostra storia

Bakery Italia nasce molto ma molto lontano dalle Americhe, in Sicilia, esattamente in una piccola città alle pendici del più grande vulcano attivo d’Europa: l’Etna.

La città oggi si chiama Catania.

Il nome deriverebbe dal greco katane ("grattugia"), in riferimento alle asperità del territorio lavico su cui sorge. Secondo altre interpretazioni il nome deriverebbe dall'apposizione del prefisso greco katà- ("presso") ad Aitnè, il nome greco dell'Etna (con il significato quindi di "nei pressi di" o "appoggiata all'Etna").

Ed è qui che la signora Pasqualina Minniti, nell’immediato dopo guerra, apre una piccola “ Latteria ”, che negli anni a venire, anche grazie all’aiuto del marito Giuseppe, amplia anche a panetteria, offrendo squisiti prodotti da forno e dolci creati artigianalmente.

Diventano immediatamente famose le Pizzette, le Cipolline, le Accartociate ripiene, nonchè i fantascici dolci: tortine alla frutta, cannolicchi, tiramisù e i biscottini misti per accompagnare Té e Cappuccino.

A parte la vendita locale, la Latteria Minniti inizia a proporre i propri prodotti in forma itinerante, utilizzando un mezzo che all’epoca era il più economico e versatile in una Italia che stava risorgendo dal flagello della guerra: il mitico APE Piaggio.

Intanto Pasqualina comincia a ricevere gli aiuti dei 4 figli che crescendo diventano parte attiva nel negozio.

Ed è proprio nella Latteria Minniti dove un giovane “ Picciotto “ siciliano, conosciuto da tutti come “ Pippo “ mette gli occhi addosso alla primogenita di Pasqualina, una ancora giovanissima Lucia. Ed è cosi che iniziavano le ripetute visite del ragazzo, con la scusa di comprare il latte alla madre.

Non trascorre molto che quella storia si converte in matrimonio e solamente un anno dopo nasce Massimo e senza perder tempo, 14 mesi dopo, arriva Alessandro.

I due fratelli sin da giovanissimi cominciano a frequentare il negozio della nonna e se ne appassionano sempre più, cominciando a voler apprendere come si faceva a fare dei prodotti cosi buoni, saporiti e belli da vedere. La nonna orgogliosissima insegna loro i fondamentali della sua arte.

Purtroppo, dopo la morte di nonno Giuseppe e la scelta da parte dei figli di intraprendere carriere professionali, Pasqualina chiude la Latteria, per dedicarsi alla famiglia. Cosi questa bellissima storia sembra tramontata per sempre.

Ma non è cosi!

Massimo e Alessandro, a cui è rimasta intatta la passione per il buon cibo, e la esperienza vissuta da ragazzini, decidono di ridare vita al negozio di nonna Pasqualina, ma stavolta non in Sicilia ma negli Stati Uniti d’America e successivamente in America latina, unendo gli sforzi ed esperienze di Massimo, a Panama, nella costruzione e gestione di Food Truck e di Alessandro nella gestione di negozi in franchising in Italia.

Ed è cosi che i due fratelli danno vita a:

“Bakery Italia – The Art of Italian Taste”

Non un ristorante, ancor meno un fast food, ma una esperienza di gusto e sapori.

E la storia continua........

Nonna Pasqualina, Nonna Giuseppe e la figlia Lucia

Famiglia Palazzolo-Minniti

Matrimonio di Lucia e Pippo

La lattería Minniti

Ape

Alessandro e Massimo

Nonna Pasqualina